giovedì 11 gennaio 2018

Recensione in anteprima "A complicated girl" di Julia A. Carter

Titolo: A complicated girl
Autore: Julia A. Carter
Genere: Erotico
Editore: Self publishing
Serie: Red Mask #1
Data d'uscita: 12 gennaio 2018


Sinossi:
Cosa accade quando all'apparenza si ha tutto, ma dentro di te alberga solo il vuoto?
Quando cerchi quell'amore in grado di riempirti il cuore ma è l'inferno ad aprirti le porte?
Dicono che la solitudine sia il male peggiore, in grado di farci perdere il lume della ragione.
Ma quando l'unica alternativa è contare su sè stessi e continuare a rialzarsi per sopravvivere, a chi credi?
Amber Carter conosce benissimo queste sensazioni, fanno parte della sua stramaledetta, complicatissima, vita!
Non ha regole, non ha limiti!
Non ha il controllo di sé.
Quello che l'aspetta è solo un lungo percorso, insidioso, ricco di intrighi e inganni.
Amore e amicizie, ma soprattutto: continue lotte e sconfitte.
Riuscirà Amber Carter a raggiungere la vetta?
A ritrovare la speranza e la fiducia per quella vita tanto desiderata, per quell'amore infinito che brama con tutta sè stessa?
O finirà per rimanere solo vittima dei tristi eventi che lei stessa ha causato? Coraggio e passione. Odio e amore. Paura e redenzione.
Amber Carter, una ragazza complicata.


Chiunque approcci alla lettura di questo romanzo credendo di stare per avventurarsi nel solito romanzetto erotico, sbaglia. E sbaglia di grosso!
“A complicated girl” dell’esordiente Julia A. Carter è una vera e propria bomba.
Dissacratore, spregiudicato, sconvolgente, questo romanzo, riesce a trasportare con sé il lettore in un vortice di emozioni e sensazioni mai provate prima.
Come preannunciato dal titolo, all’interno del libro si narra delle vicissitudini di “una ragazza complicata”, Amber. E, quando parlo di “una ragazza complicata”, non mi riferisco ad un’adolescente con le paturnie.
No, sto proprio parlando di una donna, sebbene la sua giovane età sembrerebbe smentirmi. Ma Amber, nonostante i suoi sedici anni, è una donna fatta e finita. Dalla descrizione del suo personaggio si evince, senza ombra di dubbio, come ella abbia acquisito una maturità tale da far impallidire molte over trenta, me compresa ovviamente.
La cosa assolutamente straordinaria, però, è come l’autrice sia riuscita a raccontare di questa “anomalia” della protagonista, senza farla sembrare una forzatura. Un esercizio stilistico davvero pregevole e perfettamente riuscito da parte sua, soprattutto se si tiene conto del fatto che si tratta di un’esordiente.
La storia si evolve tra Boston e Milano nel corso di tre anni, tre anni in cui la nostra Amber vivrà un susseguirsi di situazioni dolorose, ma anche piacevoli. Intricate. Misteriose. Per la maggior parte al limite. Tutte dettate da sue scelte, più o meno sbagliate, o dagli strascichi di un passato famigliare nel quale, suo malgrado, si vedrà inesorabilmente coinvolta. E sapranno tenervi col fiato sospeso fino all’ultima riga di questo strabiliante romanzo.
Un altro aspetto importante del libro è quello romantico, assolutamente da non sottovalutare come, d’altronde, in ogni romance che si rispetti. L’amore qui è assoluto, forte, indissolubile, ma non redentore, o almeno non sempre…
In definitiva “A complicated girl” è un romanzo tutto da scoprire, vivere e assaporare. Nulla è mai scontato o banale e sarà in grado di far emergere in voi sentimenti, che mai avreste immaginato di provare leggendo un romanzo.
L’odio si mischierà all’amore. La rabbia alla tenerezza. Il ripianto al rimorso. E vi sembrerà di viverli tutti sulla vostra pelle. Fin quando non sentirete ogni vostra convinzione vacillare, spinti dalle ragioni di Amber. E quello che consideravate sbagliato, improvvisamente, potrebbe sembrarvi così dannatamente giusto.
Assolutamente da leggere!

Nessun commento:

Posta un commento