lunedì 27 marzo 2017

Prima tappa BlogTour "L'Universo nei tuoi occhi" di Jennifer Niven

Ciao a tutti! Oggi ospitiamo la prima tappa del blogtour che vede protagonista il nuovo libro di Jennifer Niven, L'universo nei tuoi occhi.


Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, diciassette anni e un segreto ben custodito: Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi genitori, o quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. E finora è riuscito a cavarsela. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per poter essere accettata dai suoi compagni di scuola. Un giorno, per non sfigurare davanti agli amici, Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due caratteri più diversi dei loro. Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.

Continuate a seguire le tappe del blogtour, perché una tappa CERCA CASA!



Tutto quello che dovete fare è:
-rispondere sotto ad ogni post del BlogTour con la risposta alla domanda di quel post, e la vostra mail;
-iscriversi ai lettori fissi dei blog partecipanti;
-mettere mi piace alla pagina Facebook DeAgostini.

Quanto è importante e allo stesso tempo difficile essere diverso dagli altri al mondo d'oggi? 





17 commenti:

  1. Ciao Asia, sono molto felice di partecipare a questo BlogTour perché adoro Jennifer Niven e questo libro mi incuriosisce tantissimo!!! Non ho mai letto di personaggi con queste "caratteristiche" e son proprio curiosa di scoprire come l'autrice ne abbia parlato e come le abbia inserite nella storia... anche se sono certa che l'avrà fatto in modo egregio, essendo una scrittrice che mi piace davvero moltissimo!! ^_^ ♥
    Perciò eccomi a rispondere alla tua domanda per la prima tappa: secondo me è importantissimo essere se stessi, quindi essere diversi dalla massa è un plus, non un difetto!! Che poi sia difficile, certo lo è eccome! E non tanto quanto alla difficoltà di essere sempre se stessi (con impedimenti fisici o comportamentali annessi e connessi), in fondo ognuno vuole essere libero di esprimersi a modo proprio e sentirsi bene con se stesso, la difficoltà più grande deriva dal fatto di rapportarsi col mondo, perché è il mondo ad aver problemi ad accettare i "diversi", perché non ha ancora capito quanto sia un bene non essere tutti uguali, quanto non esista una unica visione del mondo, quanto il rapportarsi con punti di vista, idee e comportamenti diversi possa arricchire...
    Io almeno la penso così, io che non mi sono mai sentita "omologata" alla massa, e che anzi, a prescindere dal mio fisico, ho sempre apprezzato le mie qualità particolari e più una cosa è "di moda" più a me va stretta ;-)
    Seguo i blog e le relative pagine facebook come Lara Milano e la mia e-mail è lamarama86@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso allo stesso modo, ma a volte è difficile essere diversa in qualcosa, non si viene accettati, questo è il rischio. Il libro lo sto leggendo ed è fantastico, te lo consiglio sinceramente, è uno spettacolo. Grazie mille! Il libro sulla finestra

      Elimina
  2. Ciao *_* Grazie mille per il blogtour, partecipo con molto piacere e sono lettore fisso come salvatore illiano e la mia e-mail è salvatoreilliano95@hotmail.it.
    Alla domanda rispondo con una sola parola: TANTO.
    Sono sempre stato un ragazzo silenzioso e taciturno, ed e sempre stato difficile per me amalgamarmi al gruppo. Una delle poche volte che è accaduto stavo subendo un cambiamento, ho scelto di essere me stesso sempre e comunque e ovviamente non mi sentivo più parte del gruppo. E' tanto difficile essere diverso, e lo sarà sempre ma un giorno sono sicuro che qualcuno mi accetterà cosi come sono. Mi sento tantissimo affine a Libby, spero di poterlo leggere presto.

    RispondiElimina
  3. Ciao,partecipo con piacere al blogtour perché questo libro mi piace parecchio. Rispondendo alla domanda penso sia estremamente importante essere liberi di esprimere la propria personalità e diversificarsi dagli altri,altrimenti saremmo automi e non esseri umani. È questo il bello della natura umana,ogni persona è unica e ogni mente è inimitabile, ma purtroppo nella nostra società di oggi dove vanno di moda modelli comportamentali da seguire e dove vige la legge del più forte,risulta difficile distinguersi dalla moltitudine perché si rischia di essere non compresi ed emarginati.
    Lettori fissi:Laura Colucci
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  4. Essere diversi è molto difficile. Io poi, sono sempre stato quello diverso ed emarginato e so bene come ci si sente. La società spesso ci impone di essere e di comportarci in una certa maniera, e chi è diverso spesso viene accantonato. So bene cosa vuol dire essere diverso, soprattutto per qualcosa che non si può decidere (come, nel mio caso, l'orientamento sessuale). Di certo però è più facile essere diversi in questi anni che, per esempio, qualche decennio fa.
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  5. Ciaooo! 😚
    È importantissimo essere diversi dagli altri perché il mondo è più bello con tutte le persone che hanno un carattere proprio. Come sarebbe monotona la vita se fossimo fatti tutto con lo stampino? Allo stesso tempo è difficile perché se non ti adatti ad un certo standard vieni emarginato oppure preso in giro proprio perché non sei uguale a loro o hai idee diverse. Si dovrebbe imparare ad essere più menefreghisti verso il pensiero degli altri e cercare di piacere a noi stessi per primi. Se agli altri non piacciamo: è un problema solo loro! Ogni persona è unica e inimitabile ed è bellissimo così ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops...ho mancato la mail: enny-love@hotmail.it
      Lettrice fissa: Anna Perillo
      Condivisione: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10212301917812877&id=1526838241

      Elimina
  6. Trovo che oggi essere se stessi sia molto difficile per paura di essere mal giudicati da chi hai accanto!
    Ma molto dipende dal carattere della persona!
    C'è chi se ne frega del pensiero altrui ed esprime se stesso al meglio senza nascondersi.
    Io invece ho sempre paura di dire qualcosa per il timore di essere giudicata, per cui molto spesso tengo un mio parere per me!
    Purtroppo la gente è cattiva, se la pensa in maniera diversa non te lo spiega con parole semplici e gentili ma parte con insulti personali e pesanti, per cui io tendo sempre a evitare queste cose :'(
    Ammiro molto chi sa essere se stesso sempre e comunque, per me sono dei modelli!!!

    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo

    RispondiElimina
  7. Bella questa trama,la Niven riesce sempre a distinguersi
    Al giorno d'oggi essere se stessi purtroppo è una propria diversità,a parer mio anche la diversità essenziale,qui tutti cercano di essere uguali a tutti e si è perso di vista il nostro IO
    Seguo come Michela Martorelli
    mila.mali@hotmail.it
    Condivisione https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1270068716443006&id=100003196684014

    RispondiElimina
  8. Secondo me essere diverso dagli altri non dovrebbe essere difficile, ma dovrebbe essere una cosa naturale...
    Ognuno dovrebbe essere diverso a modo suo, con i suoi pregi ed i suoi difetti...
    Il problema sta nel sapere accettare ogni forma di diversità senza mai giudicare...
    Ma oggi giorno è proprio questo il problema, viviamo in un mondo dove le persone sono capaci soltanto a puntare il dito contro alle persone più fragilim chissà che tutto questo un giorno possa smettere di esistere, io ci spero!
    Questo libro deve essere bellissimo, l'autrice ha scritto davvero un bel gioiellino, capace di regalare emozioni, e tantissime riflessioni ❤

    Partecipo molto volentieri al BlogTour e al Giveaway :)
    Ti elenco le regole che ho rispettato.
    Seguo tutti i blog partecipanti al BlogTour con il nome: Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it ( Spero possa esserti utile ) :)
    Ho il mi piace alla pagina Facebook " De Agostini " con il nome: Elysa Pellino
    Ho condiviso questa tappa su Facebook taggando la pagina del blog " Il Libro Sulla Finestra- Blog Letterario "
    LINK CONDIVISIONE: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10209643293452904?pnref=story
    Grazie per la partecipazione!!
    Buona Fortuna a Tutti ❤

    RispondiElimina
  9. Questo libro mi incuriosisce parecchio e adoro la trama! Rispondendo alla tua domanda penso che è molto importante essere diversi gli uni dagli altri, per mia esperienza non mi è mai risultato difficile anzi è stata una cosa piuttosto naturale! Le differenze che possiamo avere rispetto ad altre persone possono aiutarci a crescere per renderci consapevoli di chi vogliamo essere!
    Partecipo al blogtour e seguo con il nome Angela Greco

    RispondiElimina
  10. Penso che sia molto difficile essere se stessi al mondo d'oggi. Bisogna soprattutto lavorare su se stessi, accettarsi per poi magari iniziare un cammino con le persone che si amano, verso la costruzione di un vero Sé. Penso che la cosa più difficile da fare sia affrontare il mondo, la gente, i pregiudizi, le credenze sociali.
    Esporsi potrebbe essere causa di dolore. Quindi si, reputo che sia difficilissimo ma anche un atto di coraggio :)


    angelina.alboreo@hotmail.it

    LF: love is in the books o angela alboreo (a.alboreo94@gmail.com)

    RispondiElimina
  11. Ciao partecipo volentieri ...rispondere alla domanda è molto difficile perché il mondo di oggi ci vuole tutti omologati,, e i diversi vengono emarginati e purtroppo a volte anche mal trattamenti, le cronache parlano continuamente di bullismo. Cmq per essere accettato devi essere uguale a gli altri.

    Mail: allemari76.ma14@gmail.com
    FB e blog Maria Alletto
    Instagram allemari76

    RispondiElimina
  12. Oggi secondo me è più difficile che mai essere diverso. Basta vedere tutti gli episodi di violenza contro chi ha un diverso colre della pelle, una diversa idea politica o religiosa, un diverso gusto sessuale, persino un diverso abbigliamento... non siamo bravi ad accettare gli altri perchè crediamo di essere migliori con le nostre scelte, il nostro gusto personale e le nostre idee. La società poi ci vuole tutti fatti con lo stampino! Che mondo...

    Partecipo al blogtour!
    Lettore fisso e fb Nicoletta Marasca
    nicolettamarasca88@gmail.com

    RispondiElimina
  13. Essere diverse oggi sembra molto difficile ... ma pensandoci be io penso che essere se stessi e comportarsi tale ti distingue dagli altri ... perchè nessuno e uguale a te !!!


    partecipo con piacere al Blogtour !
    la mia mail marianna1056@hotmail.it
    vi seguo come Marianna Facciolli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco la condivisione su https://www.facebook.com/marianna.facciolli
      e su https://twitter.com/MariannaFacciol?lang=it

      Elimina
  14. E' importante essere sempre se stessi, ma anche difficilissimo, soprattutto al giorno d'oggi. Viviamo in una società che non fa altro che giudicare e uniformarsi alla massa può sembrare la scelta più semplice per sfuggire a questo meccanismo, ma è anche quella più sbagliata perchè in questo modo non fai altro che perdere te stesso.
    scottodicarloanna@hotmail.it

    RispondiElimina