martedì 7 marzo 2017

Blogtour Festa della donna 2017

Ciao a tutti! Buona festa delle donna, lettrici! Oggi ospito la prima tappa di questo blogtour in occasione della festa delle donne, quindi fino al 14 Marzo vi terremo compagnia parlandovi di una delle tante donne che sono rimaste nella storia o che hanno fatto la storia. Io ho il piacere di parlarvi della mia eroina, Audrey Hepburn, icona mondiale di stile e di classe. Continuate a seguire il blogtour, perché ci saranno in regalo due bellissimi libri inerenti a questo percorso.



Audrey Hepburn, nata Audrey Kathleen Hepburn Ruston (Bruxelles4 maggio 1929 –Tolochenaz20 gennaio 1993), è stata un'attrice britannica. Cresciuta tra Belgio,Regno Unito e Paesi Bassi, dove visse sotto il regime nazista, durante la seconda guerra mondiale studiò danza per poi approdare alteatro e infine al cinema.
Nel corso della sua carriera lavorò con Billy WilderGeorge Cukor e Blake Edwards, oltre che con attori del calibro di Gregory Peck,Humphrey BogartGary CooperCary Grant,Rex HarrisonWilliam HoldenPeter O'Toole eSean Connery e divenne famosa grazie a ruoli come quello di Gigi in uno spettacolo teatrale tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice francese Colette (1951), interpretazione che le valse il Theatre World Award per i debutti teatrali, della Principessa Anna in Vacanze romane (1953), interpretazione che le valse l'Oscar come migliore attrice, di Holly Golightlyin Colazione da Tiffany (1961) e di Eliza Doolittle nel film musicale My Fair Lady(1964). Altri importanti film cui prese parte sono Sabrina (1954), Sciarada (1963) e Come rubare un milione di dollari e vivere felici(1966). 



Negli anni settanta e ottanta apparve sempre più raramente sul grande schermo, preferendo dedicarsi alla famiglia. Nel 1988 fu nominata ambasciatrice ufficiale dell'UNICEFe, da quel momento fino alla sua morte, si dedicò assiduamente al lavoro umanitario, in riconoscimento del quale ricevette nel 1992 laMedaglia presidenziale della libertà(Presidential Medal of Freedom)[1] e nel 1993 ilPremio umanitario Jean Hersholt (Jean Hersholt Humanitarian Award).
Vincitrice di un Oscar, di tre Golden Globe, di un Emmy, di un Grammy Award, di quattroBAFTA, di due premi Tony e di tre David di Donatello, la Hepburn fu una delle figure di spicco del cinema statunitense degli anni cinquanta e sessanta. L'American Film Institute ha inserito la Hepburn al terzo posto tra le più grandi star della storia del cinema[2]e ha una sua stella sullo Hollywood Walk of Fame, al 1652 di Vine Street.


Giveaway:
1. Iscriversi ai lettori fissi di tutti i blog che ospitano il blogtour.
2. Mettere Mi Piace su Facebook alle pagine Imprimatur e Pink edizioni e su Instagram.
3. Condividere su Instagram la foto del calendario sotto e taggare @giuliabac23.













4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Eccomi come inizio non è male la Hepburn è un icona di bellezza sempre attuale

    RispondiElimina
  3. Davvero un articolo interessante! Ho condiviso il post su fb da me, così da farlo girare! Ciao Asia :*

    RispondiElimina
  4. Che grandissima donna!! Io per la festa della donna ho pubblicato un Book Tag tutto al femminile!
    QUI: http://bookisallyouneediaia.blogspot.it/2017/03/book-tag-my-fictional-bookish-girl.html
    Sarei curiosa di vedere le tue risposte :D
    A presto! -iaia-

    RispondiElimina