lunedì 2 gennaio 2017

Recensione "L'amore non è per tutti" di Francesca D'Isidoro



Ciao a tutte care lettrici! Oggi vi parlo di un bellissimo libro, che ho riscoperto grazie alla ripubblicazione con la collana YouFeel della Rizzoli dopo il self-publishing.


















Mai lasciarsi scappare l’occasione di amare
Vittoria è una ragazza di trent'anni con un'esistenza tranquilla: ha un lavoro che la soddisfa; una famiglia solida, anche se un tantino ingombrante e degli amici un po' impiccioni ma adorabili. Una mattina, però, il suo bel mondo improvvisamente crolla: Alessio, l'amore della sua vita, l'uomo con cui ha una relazione clandestina da sei anni, sta per sposare la sua fidanzata storica. Presa dallo sconforto più totale, Vittoria decide che l'unico modo per buttarsi quell'amore sbagliato alle spalle è rimettersi in gioco. Senza pensarci due volte, accetta un lavoro in un'altra città e ricomincia da zero. Sarà proprio lì che Vittoria incontrerà il dolce e bellissimo Gabriele, con il quale tornerà a vivere, a sorridere e ad amare. Ma proprio quando la sua vita sembra aver ripreso la giusta piega, il passato torna prepotente a bussare alla sua porta.


L'Amore non è per tutti è un libro edito dalla casa editrice Rizzoli, appartenente alla collana YouFeel RELOADED, che ha l'obiettivo di dare nuova vita ai migliori romanzi del self publishing italiano. Un universo di storie digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

 "L'amore non è per tutti. L' amore è per chi ha il coraggio di mettere tutto in discussione. Per chi ha la forza di combattere. Per chi non si arrende di fronte alle difficoltà. Per chi ha la pazienza di aspettare. E, soprattutto, per chi, se vuole una cosa, se la va a prendere, punto e basta."

Francesca D’Isidoro nasce a Pescara il 15 ottobre del 1984. Ha solo nove anni, quando la madre le regala il suo primo libro di Agatha Christie, “È un problema”,e lei si appassiona così tanto a quest’autrice, che a quattordici anni aveva già terminato di leggere tutte le sue opere. Fu così che iniziò ad approcciarsi anche agli altri generi letterari, mantenendo una media di lettura di dieci libri al mese. Nel frattempo, si diploma al liceo classico “Gabriele D’Annunzio” di Pescara e decide di frequentare la facoltà di giurisprudenza dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Nel 2009 si laurea e torna in pianta stabile nella sua amatissima Pescara, non disdegnando, di tanto in tanto però, di concedersi qualche breve pausa in giro con le sue adorate amiche. Dopo aver regolarmente frequentato i due anni di pratica forense, capisce che quella dell’avvocatura non è la sua strada e inizia a lavorare per un’agenzia di organizzazione eventi, per la quale oggi dirige l’area amministrativa. Non potrebbe essere più felice della sua scelta, che le consente di unire le conoscenze acquisite dagli studi alla sua passione per la moda e il costume. “Irrimediabilmente single”, come non manca mai di definirsi, ha iniziato la stesura de “L’amore non è per tutti”, il suo primo romanzo auto pubblicato, dopo la “devastante” fine della storia d’amore più importante della sua vita: “dopo quasi sette anni, in cui mi ero solo illusa di poter riuscire a cambiare un uomo, mi sono trovata davanti a un bivio; abbandonarmi al mio dolore, o scegliere di sfruttarlo per combinare qualcosa di buono e che, soprattutto, mi rendesse felice. E quale miglior valvola di sfogo, se non la scrittura? Così, dopo aver ingurgitato tanti romanzi rosa, da poter tranquillamente aprire una biblioteca specializzata in casa, ho deciso di lanciarmi. 'L’amore non è per tutti' è, a tutti gli effetti, la rivincita più grande che potessi prendermi”. Spinta dall’enorme e inaspettato successo raccolto con questo primo romanzo, ha pensato di dar voce anche ai pensieri e ai sentimenti del suo protagonista maschile con “L’amore è per noi”: “pensare come un uomo è stata una delle esperienze più stimolanti della mia vita. Forse, ora inizio quasi a comprenderli, quasi…”. Attualmente è impegnata in una nuova straordinaria “avventura letteraria”, della quale potrete leggere tutte le novità sul sito!

"Ed eccola tornare. Più subdola di una pubblicità subliminale, più pericolosa di un vassoio di pasticcini lasciato incustodito, più ingombrante di un vecchio maglione di lana: la speranza. Non esiste un sentimento peggiore della speranza. Ti si attacca come una zecca, ti succhia fino all' ultima goccia di razionalità e ti stordisce completamente."


Ho iniziato a leggere questo romanzo per una mera casualità e, indubbiamente, curiosità. La scrittrice, dopo avermi scritto precedentemente, mi ha riscritto appena uscito il suo secondo romanzo per la Viandante Edizioni in cartaceo. Trovai per caso, un giorno, la bellissima copertina di questo libro. So che non si giudica mai un libro da una copertina, ma io lo faccio spesso, inconsciamente. Credo che sia come con le persone. Il primo impatto e le sensazioni contribuiscono notevolmente. Ebbene, è stata una bellissima scoperta e Francesca D'Isidoro è un talento. Con un' ironia pungente, questa magnifica autrice per me al pari di Cecile Bertod torna a farci parlare di sè con questa storia divertente e a tratti esilerante, che vi farà piegare in due dalle risate. 
Vittoria ha trent'anni. E' un' organizzatrice di eventi e ha un bellissimo fidanzato. Ma un giorno il suo passato riaffiora e Alessio, il suo ex fidanzato ormai sposato con la perfida Barbara, torna riempendola di attenzioni proprio di fronte al suo fidanzato, mettendo in dubbio i sentimenti di Vittoria per questi. 
Con tantissimi colpi di scena questo romanzo vi farà sorridere in ognuna delle sue pagine. E' una storia che va assolutamente letta, perchè merita senza dubbio.
La sua scrittura è magnifica e la storia stupenda, che ti lascia un terribile vuoto una volta terminata. Impeccabile! 
Così mi viene da pensare alla frase che pronunciò Hazel-Grace al suo scrittore preferito nel romanzo di John Green: "Francamente, leggerei anche la sua lista della spesa".


Grazie alla casa editrice Rizzoli per la copia digitale e a Francesca per la fiducia.
Spero la mia recensione vi sia piaciuta, se vi va lasciate un commento qui sotto!
Baci librosi,
A.

Nessun commento:

Posta un commento